Diario chiude

Diario sarà in edicola per l’ultima volta il 7 settembre. Anche se tra qualche tempo potrebbe tornare da quincinale, come annunciato dall’editore, è chiaro che un’esperienza si chiude. E’ una brutta notizia per il giornalismo italiano. Diario ha rappresentato per undici anni uno spazio dove praticare il giornalismo senza condizionamenti che non fossero quelli del capire, dell’interpretare e del raccontare. Da lettore la mia prima sensazione fu che in un periodo in cui i due storici settimanali italiani (Panorama e l’Espresso) erano diventati per ragioni diverse poco interessanti e talvolta proprio illeggibili, Diario offriva un sguardo curioso, obiettivo, appassionato sul mondo. Non è cosa da poco, soprattutto in un paese dove la politica dei partiti e degli schieramenti di solito impantana tutto. Ho pubblicato il mio primo articolo su Diario verso la fine del 1999 o al principio del 2000, adesso non ricordo. Da quel momento Diario è stato per me come una palestra, dura magari, perché poteva capitare che un’inchiesta concordata non trovava la via per la pubblicazione, ma le soddisfazioni e le cose imparate sono state molte.

Sulla rete e sui giornali ci sono diversi commenti su questo evento. Ne segnalo uno, dal blog di Maurizio Campisi:

“Diario chiude. Libero continua a pubblicare spazzatura. È la fotografia dell’Italia di inizio secolo”.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...