Roma e i suoi rom

La cacciata decisa dal governo Prodi contro rom e romeni mi ha fatto saltare sulla sedia. Stando un po’, anche se non troppo, lontano dall’Italia le cose appaiono di solito più sfumate, meno immediate, ed in qualche modo questo aiuta a inquadrarle meglio. Di fronte a un’operazione di quel tipo però non c’è distacco possibile, è un gesto così irruento che sembra frutto di un delirio di potere degli imperatori della Roma decadente piuttosto che di un governo democratico nell’Europa del 2007. “Chi dà fastidio al popolo?”. “E’ lui, quello là, il moro”. “Che gli sia tagliata la testa e il suo corpo trascinato per tutta la città!”.

Via email mi è giunta una lettera aperta al sindaco di Roma Walter Veltroni scritta da Roberto Pignoni, docente universitario di statistica di origine friulana. Conosce bene la condizione dei rom nella capitale e ha assistito agli sgomberi dei campi nomadi romani. Volevo inserirla nel blog ma è stata pubblicata nel sito di Carta e quindi rimando chi voglia leggerla (è un po’ lunga ma ne vale la pena) a questa link.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...