Il nero di Roma

In questo cortile digitale non segnalo praticamente mai libri in uscita, ma ecco l’eccezione che conferma la regola. Si tratta dell’ultimo lavoro di Mauro Valeri, sociologo romano che con ‘La razza in campo’ ha affrontato in profondità il razzismo nello sport, in particolare nel calcio, e un paio di anni fa ha pubblicato ‘Black Italians’, viaggio attraverso le storie di vita dei neri o meticci che hanno indossato la maglia della nazionale. In quel libro si faceva cenno a Leone Jacovacci, pugile degli anni ’30 di origine italo-africana. A lui è dedicato il nuovo libro di Valeri, che si intitola ‘Nero di Roma’, edito da Palombi editore (pag. 448, euro 20). Riporto la presentazione.

‘Attraverso l’analisi dei quotidiani dell’epoca e di documenti inediti, l’autore ricostruisce la storia di Leone Jacovacci, il pugile mulatto che il 24 giugno 1928 conquistò il titolo di campione d’Italia e d’Europa dei pesi medi. Per la prima volta un black italian è chiamato a rappresentare ufficialmente l’Italia in ambito internazionale. In un’epoca in cui i meticci erano considerati soggetti degenerati, Leone ha dovuto combattere non soltanto contro i più forti avversari del continente, ma anche contro i pregiudizi di chi non lo voleva ritenere un italiano vero, per via della sua pelle scura, dei suoi capelli crespi e del suo sangue negro. Anche dopo la vittoria, i razzisti hanno provato a contestarne l’italianità. Lui, che dovrà fuggire dall’Italia e adottare identità diverse, ebbe sempre la forza di resistere e di zittire tutti con strepitose vittorie sul ring, che gli valsero l’appellativo di invincibile mulatto italico. Proprio questa estenuante lotta contro la barriera di colore, assegna a Leone Jacovacci un importante ruolo in quella storia meticciato che per Mauro Valeri è fondamentale ricostruire per ridare dignità a chi ha subito discriminazioni, e che dovrebbe essere maggiormente valorizzata soprattutto oggi in un’Italia davvero multirazziale’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...