L’informazione ai tempi della paura

Leggere sui giornali stranieri le notizie che riguardano l’Italia è una pratica utile ma anche rischiosa. E’ utile perchè uno sguardo da fuori è una boccata di ossigeno in un panorama informativo nazionale anemico e quasi completamente sclerotizzato (Internazionale è l’eccezione che conferma la regola). C’è spesso, però, il pericolo di vedere tutto semplificato attraverso luoghi comuni e pregiudizi che, soprattutto in tempi di crisi come quelli attuali, salgono a galla come alghe tossiche. Gli italiani amano la ‘bella vita’, i bei vestiti e la buona cucina. In Italia c’è la mafia e la corruzione. E c’è Berlusconi (che assoma su di sé un po’ tutte queste caratteristiche, magicamente). Pur tenendo conto di questo oggi ho avuto un sussulto leggendo sulla homepage del Guardian la notizia della morte di due ragazzine Rom sul litorale in provincia di Napoli. Con i cadaveri distesi sulla battigia la gente ha continuato a prendere il sole. Mentre venivano portati via nelle bare, i bagnanti sono rimasti seduti sui loro sdrai, un po’ incuriositi ma neanche tanto. Il Guardian parla di razzismo crescente in Italia, a nord come a sud, come dargli torto? A scuotermi forse più della notizia in sé è l’attenzione che l’episodio ha ricevuto nella stampa italiana, almeno quella a cui posso avere accesso dal mio tavolo in terra straniera. Nell’homepage di Repubblica la notizia è introvabile, facendo una ricerca con google news la si scopre trattata nelle pagine della cronaca di Napoli, ma quelle chi le legge? Sul Corriere va ancora peggio. C’è un trafiletto in fondo alla homepage, dal tono sprezzante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...