L’immagine e il cambiamento

Obama non fará la rivoluzione, ma mi sono emozionato vedendo lui, la moglie e le due figlie sul palco al momento della comunicazione della vittoria elettorale. Cosa ci fanno in quel posto?, mi sono chiesto. E’ stata una sensazione istintiva. Pensate se Obama avesse avuto una moglie bianca, invece di una moglie più nera di lui con dei figli altrettanto scuri di pelle. L’effetto sarebbe stato molto diverso. L’impatto mediatico e la ricaduta sulle vite percepite e vissute di buona parte dei non-bianchi statunitensi, di molto attutito. Sarebbe stato, in fondo, un passo più ‘accettabile’ per tutti. Meno ‘radicale’. Ma l’immagine di quella famiglia afro-americana sul palco più importante del potere mondiale è altra cosa.

L’impatto che questa immagine avra’ nel mondo, soprattutto in quella grande parte del mondo che proviamo a chiamare Sud, sara’ secondo me straordinaria. Molta parte della “sinistra intellettuale” Usa – The Nation, Howard Zinn ecc – da mesi cerca di spiegare che Obama è un uomo di centro, che non è il caso di riversare su di lui eccessive aspettative di cambiamento. E’ comunque il presidente di un paese dove le grandi multinazionali hanno di solito deciso le sorti di tutti, usando i presidenti per i loro fini (vedi il clown involontario che siede ora alla Casa Bianca). Ok, questo ragionamento non fa una grinza. Ma non m’importa. Non è, secondo me, ciò che conta in questo momento. Da libertario ho una solida forma di disincanto verso la forma stato come mezzo di gestione e soluzione delle magagne collettive e di solito non mi entusiasmo per la vittoria di un candidato o di un altro. Questo caso è diverso. In un’epoca dove il linguaggio visuale domina su ogni altra forma di comunicazione, l’immagine di una famiglia nera al centro del mondo porterà cambiamenti che ora non siamo in grado di prevedere. I percorsi potranno essere soprendenti, spiazzanti. Gli Usa sono il paese che ha (im)posto se stesso al centro del mondo grazie a una straordinaria produzione di immagini. E quelle immagini, oggi, nell’epoca della rivoluzione elettronica, hanno maggior peso di sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...