Il dito, questo sconosciuto

Tempo addietro avevo raccontato di un dito trovato in strada e di quello che ne era seguito. Era una storia inventata ma più d’uno l’aveva creduta vera. Ci fu perfino chi mi scrisse per raccontarmi esperienze vissute di dita mozzate. Insomma, quel racconto aveva fatto nascere un piccolo circuito splatter tra amici.  Alcuni giorni fa una conoscente che lavora come psicologa in un centro per le tossicodipendenze nella periferia di Dublino (la droga è un problema serio nella verde Irlanda, in particolare nella sua poco verde capitale) mi ha riferito un episodio accadutole sul lavoro,  nelle scorse settimane.

Un pomeriggio  un poliziotto entra nel centro e si rivolge alla psicologa di turno – la mia conoscente – mostrandole un piccolo involucro. L’involucro conteneva un dito, un dito mozzato trovato nei pressi del centro. Il poliziotto voleva sapere se qualcuno dei frequentatori del centro si era presentato – ehm – con un dito in meno.  Insomma, l’assunto del diligente poliziotto era che il dito doveva essere di uno dei tossici che si recano al centro per la dose di metadone o per una siringa pulita. Chi altri potrebbe perdere un dito e per di più lasciarlo in terra?, aveva pensato il nostro. Il suo ragionamento non faceva una grinza, ma l’allibita psicologa aveva dovuto rispondere che no, nessuno dei tanti utenti (alcune centinaia) le sembrava essere privo di un dito. Però poteva anche non averci fatto caso, magari uno aveva la mano fasciata e chi va a pensare che ha perso un dito e proprio quel dito è lì a pochi metri di distanza, abbandonato, dimenticato da tutti. Il poliziotto se n’era andato sconsolato, non prima di aver chiesto alla psicologa di tenere gli occhi aperti: se fosse capitato qualcuno con un dito in meno avrebbe dovuto avvisare  la polizia! Da allora, però, ancora nessuno ha reclamato il dito.

Annunci

One thought on “Il dito, questo sconosciuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...