Fassbinder e gli Husker Du

Nel 1982 Wim Wenders, durante il festival di Cannes, chiese ad alcuni amici e colleghi registi di chiudersi in una stanza di albergo e dire la loro sul futuro del cinema. L‘idea era un po’ balorda, ne converrete, e infatti il documentario che ne uscì, intitolato con grande sforzo di fantasia “Room 666”, è noia pura. A parte un episodio. L’intervento di Rainer Werner Fassbinder. Mentre gli altri registi – tra cui Godard, Herzog, Spielberg, Antonioni – prendevano la palla al balzo per raccontare quella dell’orso e costruire castelli di parole, e per fare questo si prendevano del lunghissimo tempo, Fassbinder rimase nella stanza pochi minuti. Nemmeno il tempo di finire la sigaretta ed aveva già consegnato ai posteri la sua riflessione. Non è tanto quello che disse ad avermi colpito, ma il modo in cui era vestito. Camicia a quadri, giacchetta smanicata da pescatore, jeans a zampa di elefante e scarpe lucide e strette. Messo accanto agli altri sembrava essere capitato da un altro mondo. O da un altro decennio. Poi ho capito. In verità Fassbinder  era il quarto componente mancato degli Husker Du. Non c’è dubbio su questo. Basta osservare le fotografie dei tre di Minneapolis, che in quell’anno davano alle stampe il loro primo album “Land speed record”. Hanno lo stesso stile/anti-stile, trasmettono lo stesso senso di spiazzamento rispetto all’epoca in cui vivevano, segnata da una pressante attenzione all’abbigliamento come codice distintivo e soprattutto identificativo (e in questo l’operazione “punk” di Malcom MacLaren ebbe un forte influsso). Fassbinder morì nel giugno dello stesso anno, mentre gli Husker Du erano in studio per registrare “Everything falls apart”. Visto le circostanze della sua morte, il titolo dell’album suona tristemente profetico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...