I want the moon

All’improvviso, in primavera. Così è spuntato un nuovo disco dei Leatherface, inatteso come un vecchio compagno di studi scomparso negli anni post-università. Dopo un periodo di silenzio il poeta punk più irriducibile di questa parte dell’emisfero si rifà vivo con un disco all’altezza dei suo fasti passati. Frankie Stubbs è ormai entrato nei 50 ma non ha perso un’oncia della sua originale combinazione di ruvidezza e dolcezza. Ascolto consigliato per quelli belli dentro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Punk. Contrassegna il permalink.

2 thoughts on “I want the moon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...