L’inspiegabile suicidio di un uovo

Oggi, rientrando dalla spesa, uno delle sei uova che viaggiava con noi verso casa ha deciso di farla finita. Si è aperto in due in gran silenzio, riversando sul fondo dello zaino buona parte del liquido gelatinoso. Tutto questo senza una ragione plausibile, che so, un urto, uno scossone, una brutta parola delle carote o degli zucchini che si trovavano lì accanto. Ho la sensazione che l’uovo suicida abbia voluto mandare un messaggio. Perché non mi avete portato ad accogliere Tony Blair? Il mio destino era là, voleva dire. Forse l’uovo aveva le sue ragioni, però Tony non si merita un uovo fresco, per di più biologico. Al massimo una vecchia scarpa. Al massimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...