La macelleria Morrissey ha chiuso

La macelleria Morrissey ha chiuso. Ogni volta che ci passavo davanti non potevo fare a meno di pensare agli elmetti sulla copertina di uno dei dischi più amati della mia adolescenza e a quella scritta stampigliataci sopra: Meat is Murder. Chissà che effetto avrebbe fatto al Morrissey più famoso del globo vedere una macelleria a lui intitolata. Ma forse il macellaio Morrissey non era altro che un lontano parente dei genitori del Moz, immigrati irlandesi dalle parti di Manchester. Ora la saracinesca è abbassata, l’insegna è stata rimossa, e non c’è più ragione per porsi domande fantasiose.

In Camden street ci sono altre due macellerie tradizionali e a dire il vero ero convinto che la Morrissey fosse quella destinata a durare più a lungo. Pur non frequentandole – a casa non mangiamo carne – le osservavo da fuori, passando in bicicletta oppure a piedi, incuriosito dalle loro vetrine a tinte rosso vermiglio, un po’ disordinate ma generose. Simili per dimensione, una stanza o poco più, simili i conduttori, uomini sulla sessantina con camice rosso-bianco e cappellino leggero (è carta?). La macelleria Morrissey aveva la vetrina foderata di cartelli e cartellini colorati scritti a mano, a segnalare le offerte della giornata. Mi pareva di vedere sempre un certo via via di gente, ma forse mi sbagliavo, forse erano solo amici di passaggio che entravano a salutare il titolare. Con la recessione la città è stata sommersa da cartelloni pubblicitari che annunciano prezzi al ribasso sui prodotti di largo consumo. Supermercati e fast food sono i primi committenti di questi annunci e la carne è uno dei beni più battuti. Carne offerta a prezzi di svendita. Un hamburger costa meno di un biglietto dell’autobus. Non c’è da stupirsi che le piccole macellerie tradizionali chiudano. Non che mi dispiaccia, la cosa mi lascia indifferente, ma è pur vero che le macellerie tradizionali di Camden street avevano colpito la mia attenzione fin dal primo momento.

Trovandomi da spettatore nell’Irlanda in rapido transito dall’effimero boom alla chiacchierata crisi, e serbando memoria della fase precedente, quella dell’isola ai margini dello sviluppo economico europeo conosciuta nella prima metà degli anni novanta, le macellerie mi apparivano segni di un passato ingenuo. Resistenti ai vortici dell’euforia consumistica, circondate da pub, club e negozi di integratori e vitamine, rappresenta(va)no un mondo da cartolina. Almeno in questa singola strada del centro cittadino. Morrissey ha tenuto duro per tutti questi anni, mentre le catene di supermercati prendevano piede (Lidl festeggia i dieci anni di presenza in Irlanda) e le abitudini cambiavano. I soldi giravano e sembravano essercene per tutti. Ora non più.

 

Annunci

2 thoughts on “La macelleria Morrissey ha chiuso

  1. il mondo è paese. chiude “la bottega” di armando, sotto casa. chiude “al droghìr” alla frazione vicina. chiude la “farmacia dal dotòr” che ti dava i medicinali magari anche senza ricetta.
    mentre a villesse apre l’ikea, e inizia la costruzione di una mega centro commerciale da 90.000mq.
    e la gente non pensa al futuro.

  2. Ho la sensazione che prima o poi il cane finirà per mangiarsi la coda e la corsa ai grandi centri commerciali – gli shopping mall ideati negli anni ’50 negli Usa per il popolo automobilistico in ascesa incontenibile – si fermerà. Si riscoprirà allora l’utilità dei piccoli esercizi che tengono in vita centri storici di città piccole e grandi. Spero di vivere abbastanza a lungo per vedere questo cambiamento, ma mi sa che passeranno delle generazioni prima che accada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...