Sui 50.000

Il blog ha toccato quota 50.000 visite. Grande o piccolo che sia, dipende dai punti di vista, questo numero mi invita a riflettere ancora una volta sul senso di mantenere in vita quello che io chiamo il mio “cortile digitale”. La frequenza con cui lo aggiorno è, dal principio, irregolare e sfacciatamente umorale . Non mi piace gettare in strada pensieri volanti (di quelli ne è piena la rete, basta osservare il mondo di Facebook e Twitter), quindi se non ho il tempo per riflettere su quello che sto per scrivere lascio perdere. Visto che di tempo ne ho poco, finisce che scrivo poco, pochissimo per gli standard della comunicazione online. Ne consegue che il numero delle visite al sito oscilla terribilmente, ma mi sta bene così. In fondo, un cortile non è un’arena per concerti.