Appropriazione indebita

Diverse persone di Udine e dintorni mi hanno contattato per sapere se sono coinvolto in un convegno che porta il titolo “La mia casa è dove sono felice”, organizzato dal PD di Udine sui temi dell’immigrazione. Cado dalle nuvole. Nessuno mi ha chiesto nulla: non mi è stata chiesta la disponibilità ad usare il titolo del mio libro né tantomeno sono stato invitato a partecipare. Mi pare un’operazione a dir poco inelegante, ma non del tutto sorprendente vista la sfacciataggine al limite dell’impudenza a cui ci ha abituati in questi mesi il primo ministro nonché segretario nazionale del partito. Di certo, questo non è un buon modo per (ri)avviare un dibattito a livello locale sull’immigrazione. Come si dice, quando si parte con il piede sbagliato…

Annunci

4 thoughts on “Appropriazione indebita

  1. Ach. Mi viene in mente quel vecchio e fondamentale libro di Ernesto Rossi, I padroni del vapore. Sono passati quasi sessant’anni dalla sua pubblicazione (è stato ristampato da KAOS edizioni) ma dice cose attualissime sull’idea di privato e pubblico, sulla fiducia cieca nella libertà d’impresa, sull’etica nella politica…!. Una lettura molto utile ai politici di oggi, come tutto quello che scrisse e fece Rossi. Ecco, visto da lontano E. Rossi è una di quelle personalità che mi fanno ricordare che dovrei essere più orgoglioso di appartenere a quella stessa storia. Come Elio Petri e pochi altri. Ciao Emilio, oggi mi sento emigrante nostalgico.

  2. caro max, non ci sapevo nulla, ma pare ci avessi saputo tutto anche prima della notizia: non c’è più neppur un rispetto basilare sull’opera altrui. aggiungo solo che non mi
    meraviglio neppure – qualsiasi pretesa personale esclusa di partecipare a sta “cosa” – che dei “felici” per testimoniare la “felicità” inon c’è nessuno fra i parteciopanti del 2 ottobre.
    chi si sarà accorto del fatto? non lo so…. ma gli immigrati son felici anche per il fatto che c’è sempre più di qualcuno a parlare in nome loro. per fortuna, ci sono altre iniziative, come è stata quella di un mese fa, quando dottor pitazialis ha organizzato a udine un convegno sulla salute e immigrazione e gli uni accanto agli altri stavano immigrati e operatori della sanità.

  3. Che dire, Boz, hai perfettamente ragione. Passati quasi trent’anni dall’affermazione del fenomeno immigratorio in Italia è triste vedere dibattiti, convegni e seminari sull’immigrazione dove le persone di origine immigrata sono assenti tra i relatori o hanno solo il ruolo di “comparse”. Per quello che riguarda l’uso del titolo, la cosa si commenta da sola….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...