Il prof K. in bici sulla rete

220px-SiegfriedkracauerSegnalo due piacevoli note dedicate a La bici sopra Berlino apparse in Internet… una in inglese e una in italiano. E’ bello che a distanza di qualche anno dalla sua pubblicazione questo libro un po’ malinteso porti inaspettati nuovi frutti.

Qui a sinistra uno dei protagonisti del libro, il prof K. alias Siegfried Kracauer.

Annunci

Bici a riposo

Ecco Sparta, la protagonista di diverse avventure dublinesi di cui si è scritto su queste pagine. Per alcune settimane rimarrà a riposo, impacchettata e lucchettata, in un cortile metropolitano, sperando che nessuno la vada a disturbare. Qui appare in una versione ‘giovanile’, ai primordi della nostra relazione. Oggi circola con catena, manopole e sella nuovi (più o meno, qualcosa è riciclato). La mia missione friulana prevede la rimessa a nuovo dell’Atala del nonno Olvino, sì proprio quella de La bici sopra Berlino. Prima o poi verrà organizzato un incontro tra le due navigate rocce della strada.

Kracauerplatz

Cose che non ti aspetti. Nel corso del mio ciclo-viaggio letterario per le strade di Berlino in compagnia del prof K (alias Siegfried Kracauer), mi ero permesso di segnalare l’inspiegabile dimenticanza della città nei confronti di un intellettuale che molto di significativo aveva scritto su di essa. A distanza di qualche tempo dall’uscita del libro (settembre 2009), è stata finalmente colmata questa lacuna. Non solo a Segfried Kracauer (e a sua moglie Lili) è stata dedicata una tabella commemorativa, ma si è andati oltre con la titolazione di una piazza. Ne sono ovviamente felice, e credo anche il prof K, che simpaticamente aveva accettato la mia proposta di accompagnarmi con l’Atala del nonno Olvino in alcune esplorazioni urbane. La nuova piazza Kracauer si trova a Charlottenburg, nei pressi dell’ultima casa abitata da Kracauer a Berlino prima dell’esilio. Una curiosità: la tabella è stata apposta al numero 35 di Sybelstrasse, mentre le fonti fino ad oggi disponibili indicavano che Kracauer avesse probabilmente vissuto più a lungo in altre due case nello stesso quartiere (un vero nomade urbano!). I promotori dell’iniziativa in ricordo di Kracauer assicurano di aver fatto delle ricerche specifiche e di essere certi che questa è l’ultima casa berlinese del nostro prof K. Sia quel che sia, l’edificio di Sybelstrasse ha maggiore pregio storico e architettonico e la tabella sta meglio qui.